Cos’è il CBD? Cannabidiolo 101

I suoi effetti e benefici, spiegati

Il cannabidiolo, o più comunemente chiamato CBD, è un composto che si trova sia nelle piante di cannabis che nelle piante di canapa. Più precisamente è chiamato cannabinoide. Altri cannabinoidi comuni sono il THC, il CBG e il CBN. Il THC, che è l’abbreviazione di tetraidrocannabinolo, e il cannabidiolo (CBD) sono i due più comuni e meglio conosciuti tra i cannabinoidi. Benchè coesistano, questi due composti interagiscono con il corpo umano in modo unico e differente.

Il cannabidiolo è ottenuto dalla canapa

Cos’è il CBD? Benchè sia conosciuto come cannabinoide, ovvero un composto della cannabis, l’olio di CBD e altri prodotti legali sono derivati dalla canapa. Canapa e cannabis sono biologicamente correlate e appaiono piuttosto simili, ma la differenza principale sta nel fatto che la canapa non produce gli stessi effetti psicoattivi della cannabis.

Inoltre, mettendo da parte i più moderni benefici del CBD, la canapa è una pianta che venne usata per migliaia di anni dall’uomo che se ne servì come materia prima, fonte di cibo e medicinale.

Qual è lo status legale del CBD?

Secondo le normative della UE, l’agricoltura e la lavorazione di colture di canapa con un contenuto di THC inferiore allo 0,2% sarebbero legali in tutti gli Stati membri. L’UE, tuttavia, non obbliga gli stati a consentire la vendita di CBD. Di conseguenza, la disponibilità di cannabidiolo varia in Europa.

I benefici del CBD sono ad ampio raggio

Per la maggior parte delle persone, il beneficio dell’assunzione di CBD sta nella sua abilità di ripristinare un senso di equilibrio all’interno del corpo.

Il cannabidiolo interagisce con il corpo per sostenere il benessere generali. I prodotti CBD sono disponibili sotto forma di oli o topici e possono essere utilizzati in modi diversi a seconda delle esigenze.

Il cannabidiolo non produce effetti psicoattivi

No, non si verificano effetti psicoattivi dopo aver assunto solo CBD.

Diversamente dal THC, che produce effetti psicoattivi, il CBD interagisce con il corpo umano in un modo differente. In altre parole, il CBD è sicuro e si può assumere durante il giorno, al lavoro o prima di andare a letto senza preoccuparsi degli effetti psicoattivi.

Cos’è il CBD rispetto al THC? CBD, THC e tutti gli altri cannabinoidi interagiscono con il corpo attraverso un importante sistema biologico noto come sistema endocannabinoide.

In generale, il sistema endocannabinoide è responsabile del mantenimento dell’omeostasi all’interno del corpo, quindi del bilanciamento dei processi biologici in risposta agli elementi esterni.

La scoperta del sistema endocannabinoide

Rispetto al sistema riproduttivo, al sistema nervoso, a quello circolatorio e a tutti gli altri importanti sistemi del corpo umano, il sistema endocannabinoide è stato scoperto relativamente di recente.

Benchè sia un sistema piuttosto importante, al pari degli altri sistemi biologici, il sistema endocannabinoide fu scoperto solo nel 1992 a seguito di alcune ricerche sugli effetti della cannabis.

I tre componenti principali del sistema endocannabinoide

Come funziona esattamente il sistema endocannabinoide? È composto principalmente dai seguenti tre elementi:

  • Recettori cannabinoidi

Due tipi di recettori cannabinoidi, CB-1 e CB-2, sono presenti nel sistema nervoso periferico e centrale. Più precisamente troviamo questi recettori nel sistema immunitario, nei reni, nel fegato, nel cervello, nel sistema gastrointestinale etc.

  • Endocannabinoidi

Altrimenti noti come cannabinoidi, che il corpo umano produce naturalmente, gli endocannabinoidi influenzano il modo in cui il corpo sperimenta il dolore, la memoria, l’appetito, l’immunità, l’umore e altro.

Essi esercitano la loro influenza all’interno del corpo umano vincolandosi ai recettori endocannabinoidi.

  • Enzimi

Una volta che un endocannabinoide ha giocato il suo ruolo nel mantenere l’omeostasi all’interno di una specifica parte del corpo umano, secondo la ricerca pubblicata nel Pharmacological Review, un enzima di acido grasso lo degraderà.

In che modo il CBD influisce sul sistema endocannabinoide

Il corpo umano contiene già i recettori ai quali i cannabinoidi possono legarsi.

Ma rispetto agli endocannabinoidi presenti naturalmente nel corpo, i cannabinoidi spesso mantengono la propria funzione per periodi di tempo più lunghi. Alcuni esperti ritengono che il CBD produca i suoi effetti stimolando il sistema endocannabinoide piuttosto che producendo questi effetti lui stesso.

Una breve storia dei CBD

Se il CBD può avere effetti benefici così importanti sul corpo umano, perché il suo uso e la sua ricerca sono stati limitati per oltre cinquant’anni?

Per un lungo periodo di tempo canapa e cannabis non vennero distinte legalmente. Per questo motivo, a causa delle restrizioni sulla cannabis psicoattiva e il THC, la ricerca e l’applicazione del CBD ne hanno risentito moltissimo.

Storia antica della canapa

Secondo alcune stime, la canapa è una delle colture più antiche al mondo. Esempi di colture di canapa risalgono attorno al 4.000 A.C. In Cina e non solo. Anche nel caso di altre aree in Europa e in Medio Oriente si riscontrano centinaia di anni di storia relativa alla coltivazione della canapa.

Era infatti un materiale piuttosto comune e largamente utilizzato nella realizzazione di tele, vele per imbarcazioni, ma anche carta, corde e tessuti.

Proibizione della canapa in Occidente

Tra il 1920 e il 1960, gli stati Europei pian piano vietarono la cannabis e la classificarono come droga. Lo stesso nel caso degli Stati Uniti, che non distinsero legalmente cannabis da canape, per cui anche la proibizione di quest’ultima rimase largamente prevalente fino al 21° secolo.

Oggi, la coltivazione della canapa è legale all’interno di gran parte dell’Europa ed è legalmente distinta dalla cannabis.

Tre modi per assumere CBD

Qual è il modo migliore per assumere CBD? Il cannabidiolo si presenta in molte forme, tra cui oli e creme. Qui di seguito sono riportati i tre modi più comuni con i quali le persone prendono il CBD, ciascuno con i propri benefici.

1) Olio di CBD

L’olio di CBD, altrimenti noto come tintura, è un liquido che contiene una quantità concentrata di cannabidiolo.

Le tinture sono uno dei modi più veloci per provare i benefici del CBD. Più precisamente, questo è perché le tinture hanno alti livelli di biodisponibilità.

2) Topici

Lozioni, creme e pomate al CBD sono un altro diffuso metodo per provare i benefici del CBD. Di solito si presentano in una varietà di concentrazioni. Questi unguenti sono l’ideale quando si necessita di un supporto a livello cutaneo per attutire i malesseri topici localizzati, e quando si desidera prodotti che si possano applicare facilmente nel corso della giornata.

3) Vaporizzatori

Svapare CBD è un altro metodo di assunzione molto comune. Svapare, infatti, sembrerebbe velocizzare l’azione del CBD rispetto ad altre soluzioni, ed è anche per questo che molti lo preferiscono. Si trovano spesso anche in diversi gusti.

4) Edibles

Another popular way to experience CBD benefits, edibles are one of the tastiest and most discreet methods of ingestion. The most common type of edible is CBD gummies. CBD edibles are also easy to dose since each edible will have the same amount of cannabidiol.

Edibles are more likely to contain artificial flavors,preservatives, and excess sugar. This is why it’s key to look for organic and vegan options.

Cosa cercare quando si sceglie il CBD

Non importa quale tipo di cannabidiolo tu scelga, per assicurarti i migliori effetti è importante fare attenzione ai seguenti elementi:

Il prodotto è stato testato da un laboratorio esterno a quello dell’azienda?

Far testare i prodotti da un laboratorio di terze parti è l’unico modo per assicurare che il prodotto contenga in effetti ciò che riportato sull’etichetta. Questo significa controllare il contenuto sia di CBD e THC che di altri additivi.

Da dove proviene?

La canapa è coltivata in tutte le parti del mondo, il che significa che potrebbe provenire da qualsiasi luogo. Il miglior modo per assicurarsi che la canapa in questione sia soggetta alle leggi di salute e sicurezza del tuo Paese è quello di scegliere prodotti che utilizzino canapa coltivata in Europa.

Di che CBD si tratta?

I più comuni tipi di CBD sono a spettro completo o isolato.

  • Il CBD isolato non contiene nessun’altra fibra della pianta, oli o composti. Questo risulta in un prodotto finale con lo 0% di THC.
  • Il Cannabidiolo a spettro completo include altri terpeni, cannabinoidi ed oli che potrebbero espandere i benefici del CBD. Seppure contenga anche tracce di THC, queste non sono sufficienti per produrre alcun effetto psicoattivo.

Cos’è il CBD? Un nuovo tipo di benessere

Il cannabidiolo o CBD è il modo per rendere il benessere prodotto dalla canapa parte della tua routine quotidiana. Questo significa ristabilire equilibrio e calma e trarre vantaggio da una grande quantità di altre proprietà, sia che venga preso come olio che come unguento o svapato.

Welcome!

Please verify your age